Polinesia

polinesia polinesia

Leggendaria meta per viaggiatori amanti dall'acqua cristallina, Gaugin l'aveva scelta come ispirazione e seconda patria, e scenario dello storico Ammutinamento del Bounty.

La Polinesia è un luogo incantevole che lascia senza fiato chiunque.

Ambiente

Suddivise in 5 arcipelaghi, le isole polinesiane si distinguono in alte e basse.

Le isole basse presentano una struttura morfologica originata da secoli di erosione; offrono al visitatore un panorama veramente unico, caratterizzato dalla presenza di atolli sparsi in lagune le cui acque calde sono popolate da milioni di pesci di ogni specie, coralli, tartarughe giganti e delfini.

Le isole alte sono invece caratterizzate da aspri picchi di origine vulcanica.

Oltre ad offrire una fitta e rigogliosa vegetazione, le isole alte presentano lunghe spiagge dalle sabbie nere, di origine basaltica, oppure bianche, di sabbia corallina.

La varietà di colori presenti in queste isole è veramente notevole: il blu dell'oceano, le sfumature di giallo e rosso dei romantici tramonti, il verde della vegetazione...

Le isole, raggruppate in arcipelaghi, prendono il nome di: Arcipelago delle Australi, Arcipelago delle Gambier, Arcipelago delle Marchesi, Arcipelago della Società, Arcipelago delle Tuamotu.

Arcipelago della Società

Considerato, a ragione, uno dei luoghi più belli al mondo, l'Arcipelago di Tahiti, conosciuto col nome di Isole della Società, è composto dalle Isole del Vento e dalle Isole Sottovento.

Il territorio è montuoso, caratterizzato dalla presenza di scoscesi picchi vulcanici ricoperti di rigogliosa vegetazione, mentre le coste sono orlate da spiagge e lagune di incomparabile bellezza: la sabbia assume sfumature che solo qui si possono ammirare, dal bianco più puro, al nero, al rosa, al malva.

Questo arcipelago è composto dalle seguenti isole: Bora Bora, Huahine, Maupiti, Moorea, Raiatea, Tahaa, Tahiti e Tetiaroa.

Arcipelago delle Tuamotu

Famoso per le stupende barriere coralline che circondano i suoi atolli, l'Arcipelago delle Tuamotu è il paradiso degli amanti del diving, ideale per tutti coloro che amano la tranquillità: il tempo scorre sereno nei piccoli villaggi dove i visitatori possono immergersi nel ritmo quotidiano degli abitanti, dediti alla coltura della preziosa perla nera.

Le abitazioni sono semplici, con muri imbiancati a calce, ma negli interni rivelano l'attenzione dedicata al dettaglio decorativo; molti tra questi alloggi possono essere affittati da coloro che desiderano una vacanza in piena libertà.

Seppur distanti dal trambusto del mondo moderno, non sono affatto isolate: sono dotate di tutti i confort come l'elettricità, che viene prodotta utilizzando l'energia solare, l'acqua che viene raccolta in cisterne, e tutti i mezzi di comunicazione più moderni.

Le Tuamotu sono la meta ideale per una fuga dal mondo da vivere in simbiosi con gli elementi naturali, tra cielo e terra, in un luogo fuori dal tempo.

Questo arcipelago è composto dalle seguenti isole: Anaa, Arutua, Fakarava, Kaukura, Manihi, Mataiva, Nukutavake, Rangiroa, Takapoto, Takaroa e Tikehau.

Arcipelago delle Marchesi

Terra di confine, avamposto settentrionale per le migrazioni e colonizzazioni che, a partire da quella Mahori, hanno caratterizzato quest'angolo del Pacifico del Sud, le Marchesi mantengono tuttora un profondo legame con la storia e le tradizioni; proprio in queste isole l'arte sacra e rituale del tatuaggio (ta'tau in polinesiano) raggiunge le sue massime espressioni.

Ma sono tanti i motivi di fierezza per la popolazione locale: le antiche vestigia rappresentate dai monumentali Tiki di Hiva Oa, la peculiare produzione artigianale, i paesaggi scoscesi che hanno incantato ogni viaggiatore, da Melville a Jacques Brel, la rinascita culturale che strappa all'oblio del tempo danze e antichi riti; ogni aspetto di questo arcipelago invita a scoperte dalla fascinazione particolare.

Questo arcipelago è composto dalle seguenti isole: Fatu Hiva, Hiva Oa, Nuku Hiva, Tahuata, Ua Huka, Ua Pou.

Fauna

Le tiepide acque che circondano gli arcipelaghi della Polinesia sono ricche di vita: coloratissimi pesci di ogni specie, coralli variopinti, razze manta e milioni di altre forme di vita che costituiscono uno scenario imperdibile per ogni turista.

Chi non ama le escursioni può godere di uno spettacolo unico ed acrobatico di delfini, cetacei e tartarughe giganti, ammirabile semplicemente da imbarcazioni o facendo una passeggiata notturna nella laguna.

Info Diving

Un paradiso per gli amanti della fauna, la Polinesia è infatti universalmente riconosciuta come il luogo in cui incontrare i più grandi pelagici della terra sia per quantità che per dimensioni, il grande squalo martello, squali grigi, pinna bianca, pinna nera, squali limone, mante, acquile di mare, delfini, tonni... è veramente una delle destinazioni subacquee più belle al mondo!

Banchi di pesce oceanico, tartarughe e una moltitudine di pesci tropicali abitano queste acque ricche di plancton, in cui la visibilità si spinge fino a più di 30 metri.

In generale in tutta la Polinesia non esistono coralli molli, gorgonie e alcionari, ma si trova soprattutto corallo duro; inoltre la quasi totalità delle immersioni si effettua in zone limitrofe alle passe o all’interno di esse dove le correnti presenti in questi canali di comunicazione non permettono un facile sviluppo della flora, ma dove vi aspettano incontri mozzafiato.

Qual è il periodo migliore per le immersioni?

L'attività subacquea nella Polinesia Francese è un'esperienza divina tutti i giorni, tutto l'anno.

La temperatura dell'acqua è fra 26° e 29° e la sua limpidezza consente una visibilità fra 30 e 40 m.

Gli incontri sono sempre interessanti: raduni di squali grigi tra maggio e giugno alle Tuamotu, razze manta che si esibiscono nei loro incantevoli balletti sottomarini da giugno a novembre e megattere nodose nuotano tranquille nella acque delle isole Australi e della Società da luglio a ottobre.

L'Associazione GIE Plongée raggruppa i migliori centri diving degli arcipelaghi con lo scopo di promuovere le immersioni, secondo regole di alta qualità e di sicurezza, in totale rispetto dell'ambiente, riservando ai clienti provenienti da tutto il mondo un'accoglienza senza pari.

Informazioni utili

Documenti necessari per l'accesso:
È necessario il passaporto con validità di almeno 3 mesi, i cittadini Italiani non hanno bisogno di visto ma devono poter esibire il biglietto di ritorno o di proseguimento del viaggio.
Il soggiorno consentito è di tre mesi.

Vaccinazioni:
Febbre gialla - Il certificato di vaccinazione contro la febbre gialla è richiesto ai viaggiatori di età superiore ad un anno provenienti da zone infette.

Ambasciate e consolati in Italia:
Non esistono rappresentanze diplomatiche di questo Paese in Italia, rivolgersi all'Ambasciata Francese.

Ambasciate e consolati in loco:

  • Papeete: B.P. 380412 Tamanu Tahiti
    Tel.++689/434501 - Fax ++689/434507

Nome in lingua locale: Polynesie Francaise

Governo: Territorio d'oltremare della Francia

Superficie (Km2): Km 3.675

Popolazione: 216.000

Densità della popolazione (per Km2): 59 ab. per Km2

Capitale: Papeete

Lingue utilizzate: Tahitiano e Francese

Religioni: Protestanti 55% - Cattolici 30% - Mormoni 6% - Avventisi del settimo giorno 2% - Buddisti e Confuciani 2%

Gruppi etnici: Polinesiani (Maohi) 83% - Europei 12% - Asiatici 5%

Moneta: Cour de Franc Pacifique (CFP)

Fuso orario: -10

Prefisso telefonico: ++689

Corrente elettrica: 127V 60 Hz A

Polinesia - le nostre proposte :

Per offrirti il miglior servizio possibile, profondoblu.net utilizza i cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.